Le 5 leggi biologiche per la salute e il benessere naturale

INTOLLERANZE ALIMENTARI

 

intolleranze_alimentari-dhsINTOLLERANZE ALIMENTARI

Secondo la Medicina, sia convenzionale che alternativa,l'intolleranza alimentare è una reazione indesiderata del nostro organismo scatenata dall'ingestione di uno o più alimenti (o sostanze attive...) oppure da disturbi/disfunzioni dell'apparato digerente (intolleranze enzimatiche  e farmacologiche). Tale reazione avversa, a differenza delle allergie alimentari, non è mediata da meccanismi immunologici.

L'intolleranza alimentare si manifesta con l'insorgere di sintomi spesso sovrapponibili a quelli delle allergie alimentari. Le intolleranze enzimatiche sono determinate dall'incapacità dell'organismo di metabolizzare alcune sostanze presenti negli alimenti. Questo difetto degli enzimi deputati al metabolismo di determinate sostanze generamente è congenito ma, talvolta, può essere acquisito nel tempo. Le intolleranze alimentari su base enzimatica sono numerose e comprendono un certo numero di malattie che riguardano il metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei lipidi.

L'intestino, che recepisce alcuni cibi come "tossici", coinvolge il sistema immunitario e scatena le reazioni infiammatorie.

intolleranze-alimentari-5 leggi biologiche

 

 

 

In questa sintesi convenzionale, i tentativi di trovare le cause dell'intolleranza alimentare si arenano subito nelle solite ipotesi (riduzionistiche) non verificate scientificamente (genetica, ereditarietà, stress, manipolazione industriale del cibo, inquinamento...ed, alla fine, il Sistema Immunitario "impazzito" la fà da padrone...). E, quindi, i rimedi riamgono quelli di tenere lontano l'individuo dall'allergene responsabile, o combattere le reazioni del corpo con antistaminici o immunosoppressori (cortisonici).

 

Secondo le 5 Leggi Biologiche, invece, le intolleranze alimentari sono reazioni sensate dell'organismo determinate dalla riattivazione di uno shock (DHS = conflitto biologico per la sopravvivenza). Questa riattivazione avviene in presenza di una sostanza o elemento (situazione specifica) facente parte della DHS (shock) e che, per questo, costituiscono un binario conflittuale. Il Cervello, in sostanza, innesca un binario a livello percettivo/emotivo, per cui il nostro organismo recepisce sempre (o almeno fino a quando lo shock non venga risolto del tutto) che quella sostanza o situazione sono collegate al conflitto subito in passato e, quindi, ripropone la sua azione di difesa ("reazione allergica").

 

Alessia,37 anni, dal 1980, soffre di intolleranza alimentare al burro (latte e derivati). Questa intolleranza si manifesta con stanchezza, disidratazione e desquamazione della pelle delle mani, con prurito (anche sulle cosce e dietro le ginocchia).

dermatosi-5 leggi biologicheVenuta a conoscenza delle Leggi Biologiche, vuole verificare la causa del suo disturbo, insoddisfatta dalle ipotesi della Medicina sia convenzionale che alternativa, che le hanno proposto solo rimedi per combattere le reazioni del suo organismo.

Tutte le ipotesi franavano (soprattutto quella "congenita") quando dovevano spiegare come mai Alessia fino all'età di otto anni poteva mangiare burro e derivati senza avere alcuna reazione avversa.

Con l'aiuto del Consulente sulle 5 Leggi biologiche, Alessia verifica lo shock (DHS - conflitto biologico per la sopravvivenza -) che ha fatto reagire il suo organismo.

Una sera all'ora di cena, quando Alessia aveva otto anni, la mamma sta improvvisamente male e l'Autoambulanza la trasporta d'urgenza all'Ospedale. Alessia, rimasta sola, viene affidata ai vicini di casa che la "costringono" a mangiare la pasta con il burro, che non le piaceva... Da quel momento Alessia diventa intollerante al burro e derivati.

Il Consulente propone, in primis, delle prescrizioni per cambiare percezione dell'episodio (shock) e poi per la riprogrammazione percettiva "evoluzionistica"  dell'alimento intollerato.

Alessia esegue queste prescrizioni ed oggi non è più intollerante ai derivati del latte.

Condividi su

+

Di che ti piace

5-leggi-biologiche